La Storia

Le origini di questa dimora incantata

Le origini di Villa Crespi risalgono al 1879 e rappresentano la realizzazione del sogno del facoltoso industriale cotoniero Cristoforo Benigno Crespi che volle trasportare il fascino di Baghdad nel suo amato lago d'Orta.

La dimora, inzialmente dedicata alla Signora Pia Travelli Crespi, anche lei come il marito originaria di Busto Arsizio (Varese), le fu donata come atto d'amore; questo il motivo per cui alla casa venne dato il nome Villa Pia, ancora leggibile su uno dei cancelli che la circondano.


Angelo Colla (1827-1892), l'architetto incaricato dal Signor Crespi alla realizzazione del progetto, era al tempo uno dei più gettonati ed in voga a Milano.

Cristoforo Benigno Crespi, si avvalse dell'estrosità dell'architetto, che riuscì ad interpretare perfettamente le volontà del padrone di casa, donando alla villa un ambientazione mediorentale più unica che rara, dominata da stucchi ed intarsi arabeggianti.


Il risultato fu un capolavoro in stile moresco-eclettico in grado di lasciare ancora oggi senza fiato gli occhi dei visitatori.


La sorprendente villa è dominata da un elegante minareto e per la sua fama di luogo magico ed affascinante accolse durante il Novecento poeti, capitani d'industria, principesse e il Re Umberto di Savoia.

A partire dal 1999, in seguito ad un'accurata ristrutturazione, Cinzia ed Antonino Cannavacciuolo le restituirono il suo carattere mediorientale, rendendola un punto di riferimento per l'ospitalità all'italiana ed un tempio alla cucina e al buon gusto.

66

Richiedi la e-brochure di Villa Crespi

524
recensioni
94 %
Stefano
B.
10/12/2017
11/12/2017
11/12/2017
voto
100 %
Una perla incastonata in un locus amoenus qual’e il lago d’orta, all’arrivo si viene pervasi da una cordialità e professionalità incredibile che continua in tutti i momenti della permanenza. La cena è la chicca di qualità infinita che corona un’esperienza da sogno
Francesca
S.
07/12/2017
08/12/2017
11/12/2017
voto
93 %
E' stata un'esperienza unica e ovattata. il semplice stare all'interno di Villa Crespi era già vacanza e il solo ripensarci mi fa rilassare e tornare in mente le fragranze che si respiravano. La cena semplicemente fantastica nonostante non fosse la prima a due stelle che facevamo. Torneremo sicuramente.
Salvatore
S.
06/12/2017
07/12/2017
10/12/2017
voto
95 %
La struttura è "straniante" nel suo stile moresco, del tutto fuori contesto rispetto ai luoghi in cui è inserita, e proprio per questo ancor più fascinosa e suggestiva. Altissimo il comfort della suite. Lo staff è cordiale e attento, senza essere invadente e contribuisce sensibilmente alla piacevolezza del soggiorno. Il ristorante merita il prestigio ottenuto, perchè è tangibile lo sforzo nella ricerca di materie prime di altissima qualità, esaltate da una tecnica ineccepibile. Peccato solo non aver potuto stringere la mano allo chef...
Filippo
C.
01/12/2017
03/12/2017
03/12/2017
voto
96 %
siamo subito stati accolti con molta gentilezza e cortesia da Nicolai e dagli altri componenti della reception; tutto il personale si è dimostrato sempre attento e disponibilissimo anche in relazione alle esigenze della nostra bambina (un grazie particolare anche a Bianca); la cena al ristorante è stata eccellente e quindi pienamente all’altezza delle nostre aspettative. Abbiamo trascorso un weekend davvero rilassante e confortevole e per tutto questo vi ringraziamo di cuore, speriamo di tornare a trovarvi quanto prima.
Renato
P.
02/12/2017
03/12/2017
03/12/2017
voto
95 %
Sicuramente una esperienza di livello unico Tutto curato nei minimi particolari La cena con menú degustazione è andata oltre ogni aspettativa