Come vedresti Tony tra cinque anni?

“La crescita di Tony, dal punto di vista creativo, credo sia inarrestabile ma per il resto …tra 5 anni, lo vedo come ora: curioso, determinato, maturo, interessato e istintivamente capace di creare giocando con i gusti i sapori e i colori, le prelibatezze che lo distinguono da sempre.

Capace di stuzzicare il palato ed emozionare i sensi, l’alone di mistero che avvolge la creatività di Tony, credo possa essere paragonato a quello di un grande pittore, con la sola differenza che accosta frulla e mescola ingredienti anziché colori ad olio.

Proprio come un impressionista, l’istinto che è in lui è un qualche cosa di magico, una dote innata che gli da la possibilità di esprimersi in qualunque momento, senza preavviso ed in ogni dove.
Lo immagino tra un paio d’anni immerso nei suoi pensieri, su una barca, non so se al lago, o nel suo amato mare, ma con una canna da pesca, ricerca di scoperta, composizione e materealizzazione di idee, coccolato dalle onde e dai profumi dell’acqua.

Come ogni artista, credo sia difficile esprimersi riguardo al suo futuro, conoscendolo so con certezza che si circonderà delle cose a lui più care, la famiglia, una nidiata di bambini ed uno specchio d’acqua…i suoi “ingredienti” speciali per esprimersi e realizzarsi al meglio.

Professionalmente, ha la fortuna di decidere come per lui sarà meglio orientarsi per il suo futuro…istintivamente, sceglierà il meglio per se…ed è proprio questo il bello dell’artista: la sorpresa, l’istinto e quel che sarà, sarà…. ”

Cinzia Primatesta