Antonino Cannavacciuolo

Chef Patron del ristorante 2 stelle Michelin all’interno dell’hotel 5 stelle lusso Villa Crespi a Orta San Giulio.

Ispirato dalla tradizione della sua terra di origine, la Campania, e d’adozione, il Piemonte, e dalla semplicità dei sapori di casa, propone una cucina sempre sorprendente, caratterizzata dall’utilizzo di materie prime d’eccellenza in un’armoniosa fusione tra passato e presente per una cucina mediterraneo-creativa coinvolgente ed emozionante.

Antonino-cannavacciuolo

La presentazione delle sue creazioni sono il personale modo di comunicare la sua personalità e la sua arte.


Non scorda mai le sue origini: la dura gavetta nelle cucine, la determinazione a crescere e la continua volontà di imparare. Negli anni Ottanta l’inizio con la scuola alberghiera, le diverse esperienze professionali presso le cucine di rinomati ristoranti in Italia e in Europa e, a fine anni Novanta, la sfida colta, giovanissimo, insieme alla moglie Cinzia Primatesta, di riportare in auge la meravigliosa Villa Crespi.

Tenacia nella ricerca ed ispirazione costante conducono alla nascita di nuovi progetti di ristorazione ed accoglienza


sempre in onore della sua terra natia, come Laqua Charme & Boutique a Meta di Sorrento, e della sua patria adottiva, come Cannavacciuolo Café & Bistrot e Cannavacciuolo Bakery di Novara e Cannavacciuolo Bistrot di Torino.

Passione per il valore umano che lo portano a farsi conoscere dal grande pubblico anche in veste di testimonial per grandi marchi di qualità e di TV Chef con programmi di intrattenimento e talent show come Masterchef, Mastechef Celebrity, Cucine da Incubo e ‘O mare mio
L’impegno di anni è ripagato da numerosi riconoscimenti: due stelle Michelin; la prima nel 2003 e la seconda nel 2006, e l’approvazione da parte delle più rinomate guide gastronomiche italiane ed internazionali.

Filosofia
Ristorante Gourmet

“Perché un napoletano si trova sul Lago d’Orta? Per Amore, amore per questo lavoro e per la mia famiglia.”

A. Cannavacciuolo

Il Mediterraneo, in visita al lago, si innamorò delle Alpi e decise di portar loro in dote i suoi preziosi sapori.

Attraverso la sua filosofia di cucina, Antonino Cannavacciuolo esprime non solo il suo percorso professionale bensì i suoi momenti di vita, in un continuo viaggio di scoperta che dalla tradizione del Sud Italia, punto cardine la sua amata Napoli, lo conduce sulle sponde del lago d’Orta in Piemonte, dove ora vive con la famiglia formata insieme alla moglie Cinzia.

La sua filosofia di cucina abbina queste due terre, il Piemonte e la Campania, e così si fondono tra gli ingredienti, tra i formaggi e la carne del Piemonte e la pasta ed il pesce del Mediterraneo in una cucina giovane e solare.

Oggi Antonino Cannavacciuolo è lo Chef Patron del ristorante 2 stelle Michelin a Villa Crespi, affiancato da una brigata di cucina di giovani che con quotidiana passione e costante dedizione ne seguono le orme, con la medesima cura per l’ospite; cura che si riflette anche nel servizio diretto dal nostro Restaurant Manager Massimo Raugi, attento e dedicato all’interno delle tre sale del ristorante, dell’incantevole veranda con suggestiva vista sul parco secolare e del lounge bar dallo stile moderno.

MENU

La Cantina

La scelta proposta vanta 1.800 etichette che contemplano al meglio le proposte classiche e contemporanee.

La nostra carta vini è in continua evoluzione e le proposte al suo interno percorrono il territorio italiano ed internazionale in lungo e in largo.

Nelle cantine, una utilizzata per i vini rossi e una per spumanti, champagne e vini bianchi, le bottiglie riposano alla temperatura e all’umidità ideale per il loro perfetto mantenimento.

Secondo una leggenda popolare, sottopassaggi e cunicoli collegano le cantine della Villa all’Isola di San Giulio e alla Torre di Buccione. Un tempo luogo di culto e preghiera, questi luoghi della Villa, sono ora dedicati alla cura e alla conservazione delle pregiate etichette presenti in carta che vengono personalmente scelte e selezionate dal nostro Sommelier e dallo Chef.